Loading
email marketing per piccole imprese

E-Mail Marketing per Piccole Imprese: 3 Consigli per una Casella di Posta Piena

Quanto sarebbe bello se un lunedì mattina, con a fianco il tuo caffè o la tua spremuta d’arancia, dopo aver dato l’Invio alla campagna di e-mail marketing della tua piccola impresa, a cui hai lavorato così tanto, ricevessi, nel giro di pochi minuti, una marea di risposte e di richieste da parte di nuovi clienti (e non solo) che chiedono insistentemente i tuoi prodotti e i tuoi servizi? Quanto sarebbe elettrizzato il tuo capo? Finalmente avresti un aumento!

Per quanto utopistica possa sembrare questa fantasia, cosa penseresti se ti dicessimo che è possibile generare una risposta rapida e positiva da parte del pubblico di consumatori, là fuori, e attirare le piccole imprese con un’e-mail marketing strategico?

Sai la novità? È proprio così!

E qui, oggi, passeremo in rassegna alcuni modi per riuscire a compiere non uno, ma due miracoli:

  1. Coinvolgere di nuovo una “vecchia” base di consumatori già esistente;
  2. Il tutto, continuando a generare nuovi lead in modo efficace.

 

Impara da chi l’e-mail marketing per piccole imprese lo sa fare

Hubspot (che, se non lo sapessi, è un software che aiuta le aziende a sviluppare la propria strategia di Inbound Marketing, con tutti gli strumenti necessari) ha stilato un elenco di recenti campagne di e-mail marketing che hanno avuto risultai incredibili e sono state incredibilmente efficaci sul pubblico.

Se è vero che ognuno di questi modelli è un caso a sé, è anche legittimo tentare di enucleare alcuni punti di forza comuni nelle strategie di e-mail marketing adottate da queste aziende, che così sono riuscite a scalare la classifica.

In effetti, ciascuna delle 19 campagne di e-mail marketing menzionate ruota attorno alle medesime componenti fondamentali.

Una volta applicate alla tua campagna, questi consigli ti offriranno il potenziale per apportare un valore immenso alla tua impresa.

 

Crea contenuti (più) forti

In un’era in cui gli annunci sono ovunque, i consumatori sono diventati esperti nell’eludere materiali pubblicitari di ogni tipo.

E ciò vale anche quando si tratta di campagne di e-mail marketing per piccole aziende: qualsiasi e-mail che inizi con il saluto di rito, del tipo “Ehi, tu!” oppure “Gentile cliente…”, verrà prontamente cestinata (e il mittente probabilmente bloccato).

Il contenuto che inserisci nella tua e-mail, compreso il saluto introduttivo e la frase nell’oggetto, deve essere migliore rispetto a quello dei tuoi concorrenti per poter sperare di poter raggiungere, anche soltanto qualche secondo, l’attenzione della tua base di consumatori.

Ma attenzione, è facile dimenticarsi che non tutto è scritto: anche le immagini e il contenuto visivo sono importanti.

A tutti è più o meno noto il detto “un’immagine vale più di mille parole”. Ecco, considerato il peso che le immagini hanno, prenditi il tuo ​​tempo per sceglierle intelligentemente.

E non abbiamo ancora parlato dei video; perché se un’immagine vale più di mille parole, un video vale più di mille immagini.

Quando realizzi contenuti video per la tua campagna di e-mail marketing per imprese, piccole, medie o grandi che siano, cerca di ottenere il massimo da ogni singolo secondo. In questo modo, anche se i consumatori dovessero interrompere la visualizzazione del video a metà, saranno comunque in grado di interiorizzare il messaggio.

 

Convertiti al mobile

Con il boom della ricerca vocale e la tendenza (in crescita) da parte dei consumatori di affidarsi alla SEO locale, è fondamentale creare contenuti di marketing (e in particolare i contenuti dell’e-mail marketing) con una mentalità mobile-first.

Nel 2018, oltre 3,8 miliardi di utenti hanno utilizzato l’e-mail e i leader del settore prevedono che saranno circa 4,2 miliardi entro la fine del 2022.

La ricerca mostra che di questi, il 91% controlla la posta ogni giorno e il 56% usa un dispositivo mobile per farlo.

Queste statistiche (impressionanti) dimostrano quanto sia cruciale una conversione al mobile. Se metà di 3,8 miliardi di utenti si affidano ai propri smartphone per controllare la posta elettronica, significa che un pensiero mobile-friendly deve dominare almeno metà del processo creativo che determinerà la tua strategia di e-mail marketing.

Tutti i buoni marketers sanno che campagne di e-mail marketing efficaci sono progettate pensando a tutti i dispositivi. In questo modo, sia che i tuoi contenuti vengano visualizzati su desktop, tablet o smartphone, gli utenti avranno un’esperienza analoga di alta qualità.

Un design responsive è un segnale positivo per qualsiasi destinatario a cui ti rivolgi, poiché comunica il fatto che sai cosa stai facendo. Questo ti renderà un valido alleato: un’attenta strategia di e-mail marketing, per le piccole imprese (soprattutto), è una garanzia della tua affidabilità e del fatto che di te possono fidarsi.

Vista l’importanza di questo punto, potrai trovare altri spunti validi per migliorarti in questo ambito leggendo il nostro articolo sul perché un sito mobile non converte: ti rivedi in ciò che dice?

 

Riserva il picco dell’ispirazione per la Call to Action

Pur essendone tutti colpevoli, ogni creatore di contenuti rabbrividisce al pensiero di concludere un’e-mail di marketing perfetta con una call to action (CTA) tutt’altro che convincente.

Per quanto sia semplice concludere un pezzo sulla scia di: “Raggiungici oggi per avere il meglio…”, ti incoraggiamo, di cuore, a fare un passo indietro, a prenderti il tuo tempo, a respirare profondamente e a riflettere.

Pensa a queste parole conclusive come se fossero davvero le tue ultime parole.

Molto probabilmente gli utenti non ricorderanno le (centinaia di) parole che costituiscono il corpo centrale delle e-mail. Ma stai pur certo che ricorderanno quelle con cui le concludi. E se quanto esse sono banali e scontate dovesse essere l’unica cosa che resterà loro in mente di te…be’, semplicemente non te lo meriti.

Scrivere una buona CTA non è un’impresa facile. Alcune ricerche affermano addirittura che circa il 70% dei siti non ha alcuna forma di CTA.

Avere una CTA allettante sul tuo sito è una scelta oculata, perché offre l’opportunità di entrare in comunicazione con il visitatore entrato sul tuo sito.

Includere una CTA nell’e-mail marketing per piccole aziende è fondamentale, in quanto invita i destinatari a partecipare attivamente alla tua attività.

Che i tuoi clienti abituali visitino il tuo sito è già altamente probabile, ma il modo migliore per attirare gli utenti che si trovano ai margini è invitarli a prendere parte direttamente ai tuoi successi.

 

Conclusione

Speriamo che questi semplici suggerimenti ti aiutino a ri-pensare la tua strategia di e-mail marketing per piccole imprese.

Per quanto il lettore di e-mail medio possa essere oggi distratto, pigro, sbrigativo, introietterà il tuo messaggio, seppur inconsciamente, e compirà un’azione, anche soltanto decidendo che la sua casella di posta ti sarà ancora accessibile oppure no.

Ricorda di non lasciare nulla al caso e rifletti molto su ogni singolo episodio della tua campagna di e-mail marketing, proprio come se i destinatari fossero giudici imparziali e brutali, o peggio, severi critici cinematografici, pronti a stroncarti per una piccolezza.

La tua azienda è il tuo film, o la tua serie tv: conquista il pubblico.

In conclusione, se questo articolo ti è piaciuto probabilmente potranno interessarti anche i nostri articoli dedicati all’email marketing per startup e ai migliori esempi di email marketing per aziende di successo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *