Loading
influencer marketing funnel

Influencer Marketing Funnel: Come Monitorare e Aumentare il ROI Derivante dall’Influencer

L’influencer marketing è diventato anche uno dei sistemi più veloci per acquisire clienti nel 2018 e lo sarà anche nel 2019.

Nell’ultimo anno i post degli influencer sono raddoppiati, aumentando sempre più l’efficacia di questa strategia di marketing, e ciò ha permesso a molte aziende di adeguarsi alle nuove forme di influencer marketing funnel.

In questo articolo ti forniremo alcuni suggerimenti sulle best practice per aumentare il ROI ottenuto dai tuoi influencer, e dal tuo funnel di influencer marketing.

 

Creare un Influencer Marketing Funnel

Regola n.1: Mantieni il Controllo

Abbiamo visto molti brand collaborare con influencer, lasciando loro fare ciò che vogliono.

Oltre a richiedere loro di fare una determinata quantità di post su Facebook o stories su Instagram a settimana, lasciano fare agli influencer ciò che vogliono.

Questa strategia va bene se vuoi solo aumentare la brand awareness e raggiungere il pubblico, ma non quando vuoi incrementare le vendite. Questo tipo di influencer marketing rende anche molto difficile monitorare il ROI.

Quando il focus viene spostato sulla risposta diretta e le vendite, allora puoi invece dire che il ROI è effettivamente generato dal tuo influencer e pianificare come procedere di conseguenza.

Ecco come fare per mantenere il controllo.

 

3 Step Verso l’Influencer Funnel

Creando un funnel di influencer marketing, puoi risolvere, ottimizzare e ottenere metriche affidabili per determinare il ROI derivante dall’influencer.

Una buona strategia fornirà anche al personaggio direttive su cosa dovrà fare come parte integrante della sponsorizzazione del tuo brand.

Ecco come iniziare:

Step 1: Condividere le Custom Audience

Se il tuo influencer non ha un Business Manager di Facebook e Instagram, devi provvedere subito.

Poi chiedi loro di condividere con te tutti i loro segmenti di pubblico su Instagram e Facebook e le custom audience.

Il lato negativo della condivisione dei segmenti di pubblico di Facebook e Instagram è che non puoi segmentarli per post, il che significa che, tra di essi, ci sono utenti che potrebbero non aver visto i contenuti relativi al tuo brand pubblicati dall’influencer.

Non è necessariamente una cosa negativa, ma tienilo a mente quando esegui il retargeting di questi segmenti di pubblico con i contenuti – ovviamente questo è valido se gli altri post sono comunque in target con il tuo prodotto o servizio. Ne parleremo maggiormente al punto 2.

Dovresti anche chiedere agli influencer di condividere la custom audience di tutti i video che caricano. La buona notizia è che il tuo influencer può creare un pubblico personalizzato attorno a ciascun video da loro postato.

Questa custom audience ha ancora più valore, perché sai per certo che hanno visto un video in cui si fa riferimento al tuo brand.

Se il tuo influencer indirizza i suoi follower da Facebook o Instagram su un sito Web, ti consigliamo di farglielo fare verso il tuo sito web e non verso quello dell’influencer, per due semplici motivi:

  • Inviando il traffico a una pagina specifica sul tuo sito web, sarai in grado di creare segmenti di pubblico simili (lookalike). Nota che non è possibile creare un pubblico simile a partire da un pubblico condiviso.
  • Riuscirai a convertire ad un tasso più elevato, poiché i prospect e i possibili lead e clienti sono già passati sul tuo sito web.

Suggeriamo anche di creare una landing page personalizzata sul tuo sito Web, con un video dell’influencer che parla del tuo prodotto, in formato video o immagine.

Non inviare il pubblico a un prodotto o a una pagina di destinazione che non contenga un riferimento chiaro all’influencer da qualche parte nel suo contenuto. Dopotutto, stiamo o no parlando di influencer marketing funnel?

Allora, proviamo a pensare alla journey che il follower compie all’interno del funnel: lui è su Facebook o Instagram, visualizza il contenuto di qualcuno che segue e di cui si fida, e poi viene reindirizzato alla pagina di un prodotto di un’azienda di cui non ha mai sentito parlare.

Mantenendo un riferimento alll’influencer sulla tua pagina di destinazione, renderai più fluida la transizione dai social media al tuo sito web, mantenendo alto il loro engagement (cioè il tasso di interazione e ‘coinvolgimento’ delle persone a un contenuto, o a una pagina, a un personaggio, a un brand, ecc.), aggiungendo riprova sociale al tuo marchio (“social proof”, cioè, per capirci, la tendenza a scegliere il più scelto, il più e meglio recensito, il più conosciuto e così via).

Il primo passo è quello di riempire il maggior numero possibile di custom audiance con i follower del tuo influencer per il passaggio successivo.

Questo è il primo step dell’influencer marketing funnel. Condividere segmenti di pubblico e riempirli di quante più persone possibili.

Step 2: Retargeting dei Segmenti di Pubblico

Noi consideriamo i lead provenienti dai custom audience di Facebook e Instagram dei lead più deboli dei comuni lead, in quanto non c’è modo di sapere se gli utenti in quel segmento rispondano o meno a un post che menziona il tuo prodotto.

Per questo tipo di pubblico, ti consigliamo quindi di mostrare i contenuti video fornendo ulteriori informazioni sul tuo prodotto, assicurandoti, ancora, che l’influencer sia nominato nell’annuncio. Questo allo scopo di “scaldare” ulteriormente l’utente in vista dei prossimi passaggi.

Ecco come attirerai la loro attenzione sul news feed. Se offri contenuti generici, invece, non funzionerà altrettanto bene.

Nota: a seconda del prodotto, della creatività e della potenza dell’influencer, potresti saltare completamente questo passaggio e andare direttamente alla fase 3. Fai test per vedere quale configurazione del funnel di influencer marketing funziona meglio per te.

Step 3: Custom Audience da Video o Pubblico del Sito Web

Indirizza le ads del prodotto verso chi finisce alternativamente nel custom audience video o nel pubblico del sito (come descritto nel passaggio precedente).

Ancora una volta, la pratica migliore implica che il tuo influencer venga menzionato o prenda parte al tuo annuncio.

Il funnel di cui abbiamo parlato è composto di 3 livelli che puoi monitorare e misurare in ogni fase.

Se noti che la custom audience si riduce, c’è un problema di engagement.

Potrebbe essere un segnale che l’influencer non sta pubblicando abbastanza, o la qualità dei contenuti è diminuita o i follower non rispondono ai suoi feed. A questo punto, devi guardare attentamente i dati per capirlo a tua volta.

Nella parte centrale e inferiore (step 2 e 3) del funnel di influencer marketing, puoi testare vari tipi di contenuti e offerte per vedere cosa riesce a convertire meglio. Potresti scoprire che un video o un’offerta specifica funziona alla grande, oppure che alcuni segmenti di pubblico garantiscono un ROI maggiore e quindi ti consentono di ottimizzare il Passaggio 1.

A seconda del tuo influencer e dei tuoi prodotti, potresti dover aggiungere ulteriori passaggi a questo modello di funnel. Se vendi dozzine di prodotti e l’influencer sta facendo video ogni giorno, potresti creare funnel di marketing specifici, fatte apposta per un prodotto o una categoria di prodotti, per mostrare contenuti e offerte specifiche.

Una volta creato un funnel vincente, puoi collaborare con altri influencer e replicare il tuo modello di influencer marketing funnel per aumentare ancora di più le vendite.

Se sei interessato alle nuove strategie di marketing che puntano direttamente ai giovani, leggi il nostro articolo su come i brand vendono di più usando l’AI nelle loro strategie di marketing per la moda!

Conclusione

Quando crei il tuo influencer marketing funnel, è fondamentale che l’influencer faccia la sua parte ad ogni step.

Che si tratti di video, di copy, del testo della pagina di destinazione o di email marketing, l’influencer deve prenderne parte in ogni fase. Puoi chiedere loro di creare video personalizzati per le campagne di retargeting o per le pagine di destinazione e aiutarli con il montaggio del video, le riprese, suggerire loro che cosa dire.

Più sono coinvolti nel tuo funnel, maggiore sarà l’engagement e il ROI che otterrai: più Influencer sarà il funnel, più influenza avrai.

E tu come lavori con gli influencer dei social media? Riesci a misurare il loro engagement e il ROI?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *